Turno infrasettimanale: Varese-Milano 0-4.

2017.11.30 VA MI 0-4

Varese e Milano per il quinto scontro nella storia della serie B in casa dei gialloneri, il bilancio è in parità: due vittorie a testa. E’ il derby dei Borghi: Marcello tra i rossoblu sfida Francesco e Pietro, che vorrebbero una volta tanto fargli la festa, visto che il Varese non batte il Milano dalla stagione 2008/09 quando vinse al PalAlbani tre gare su tre (4-2 in Coppa Italia, 1-0 e 3-2 ai rigori in campionato). Coach Da Rin non può disporre di Radin e riaccoglie a braccia aperte Raimondi e Pirelli, fatto che gli consente di poter schierare nove attaccanti di ruolo, anche se la versatilità di Piccinelli offre l’opzione di un difensore in più.
Nel primo periodo in pista c’è solo il Milano e nonostante i rossoblu passino subito in vantaggio con Ilic, la squadra di casa mantiene per venti minuti una tattica difensiva, che permette ai Bandits di andare al riposo sotto solo di una rete. Il Milano spreca tre power-play e nel corso dell’ultimo minuto rischia di subire il gol del pareggio, ma Teruggia non coglie l’attimo.
Nella frazione centrale le cose non si discostano da quanto visto nel precedente periodo, il Milano manda a vuoto un’altra superiorità, quindi al 12’08″ Perna lancia Marcello Borghi in contropiede e Bertin è battuto per la seconda volta. Passano due minuti e Xamin si accomoda in panca puniti e all’incirca un minuto e mezzo dopo viene seguito da Petrov. Il Varese gioca trenta secondi con due uomini in più, ma non capitalizza e quando Di Vincenzo viene colto in fallo dagli arbitri svanisce anche la superiorità semplice. Il Milano ringrazia e con il rientro di Petrov sul ghiaccio, lo special team di Da Rin sull’asse Petrov-Perna-Marcello Borghi porta a casa il gol del tre a zero.
Nel terzo finale il Varese è più intraprendente, ma Alessandro Tura e compagnia non cedono di un millimetro. Al 12’02″ Mandelli (sgambetto) e Privitera (comportamento antisportivo) lasciano al Milano due uomini di vantaggio: Re-Perna-Petrov e disco in fondo alla gabbia varesina per la quarta marcatura rossoblu. A 2’45″ dalla conclusione quarto sterile power-play per la squadra di casa, che addirittura deve abbattere Marcello Borghi giunto in contropiede davanti a Bertin: rigore non trasformato e tutti sotto la doccia.

VARESE-MILANO 0-4 (0-1; 0-2; 0-1)
1°t. 1’39″ Ilic (Xamin-Colombo).
2°t. 12’08″ M. Borghi (Perna-Schina), 19’07″ M. Borghi (Perna-Petrov) sup. num.
3°t. 12’50″ Petrov (Perna-Re) doppia sup. num.

VARESE: Bertin (Broggi); Barban, F. Borghi; F. Rigoni, E.S. Mazzacane; Papalillo, Cortenova; Cesarini; Privitera, M. Mazzacane, Andreoni; Pirro, Terruggia, Di Vincenzo; P. Borghi, Principi, Mandelli; Merzario, Sorrenti. M. Rizzo. Coach: John Cacciatore.
MILANO: Tura (Pignatti); Ilic, Schina; Re, F. Senoner; Fadani, Belloni; Perna, M. Borghi, Colombo; Raimondi, Petrov, Xamin; Piccinelli, Vanetti, Pirelli. Coach: Massimo Da Rin.

Arbitri: Patrick Gruber, Alex Lazzeri, Alex Gallo e Claus Unterweger.
Spettatori: 315.

Altri risultati:
Feltre-Fiemme 1-5 (0-1; 1-2; 0-2)
Como-Chiavenna 3-1 (1-1; 0-0; 2-0)
Eppan-Merano 2-0 (0-0; 0-0; 2-0)
Caldaro-Ora 6-3 (2-0; 1-2; 3-1)
Alleghe-Pergine 5-2 (1-0; 2-0; 2-2)

Classifica:
Milano 42, Eppan 38, Merano e Fiemme 32, Pergine 25, Ora 22,
Caldaro 20, Alleghe 17, Varese 15, Como 14, Chiavenna 9, Feltre 4.

Prossimo turno.
Sabato 2 dicembre:
Milano-Feltre (ore 19.00)
Ora-Fiemme
Merano-Pergine

Domenica 3 dicembre:
Chiavenna-Alleghe
Como-Eppan
Varese-Caldaro

Foto: Raf Assin (fans club DAP)

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.