Posts Tagged ‘milano’

La Coppa Europa Interclubs 1934/35: l’edizione dimenticata della “prima” Champions Hockey League.

chl copia

Oggi inizia la Champions Hockey League 2017/18, torneo continentale che vede ai nastri di partenza trentadue club in rappresentanza di tredici federazioni nazionali scelte in base a un ranking stabilito dalla IIHF, che deve comunque incassare l’importante defezione delle squadre russe.
Dal 1965 all’edizione 1996/97 questa competizione è stata indicata, sulla falsariga della Coppa dei Campioni calcistica, come la Coppa Europa dell’hockey su ghiaccio. In quell’ultima stagione sportiva nacque il confronto con l’European Hockey League, torneo a inviti che mirava a un salto di qualità e che dava la possibilità alle federazioni del Nordeuropa di iscrivere più squadre; infatti Lulea (campione di Svezia) e Jokerit Helsinki (campione di Finlandia) pur essendo campioni nazionali parteciparono alla EHL. Leggi >>

Penultima di regular season: Milano-Fiemme 5-2 e sorpasso riuscito. Domani sera atto secondo a Selva con in palio la Coppa Italia.

32836499882_0c12d16b45_z

Il primo incontro ravvicinato con il Fiemme ha detto Milano; per il secondo e senz’altro più importante appuntamento aspettiamo domani sera. I rossoblu, sempre privi di Terzago, sono partiti fortissimo e dopo soli venticinque secondi Perna ha spedito il primo disco alle spalle di Thomas Commisso! A distanza di quasi cinque minuti l’uno dall’altro, a conferma della supremazia meneghina, sono poi arrivati i gol di Migliore e Matteo Mondon Marin. Leggi >>

Decima di ritorno: il Milano passa a Feltre senza problemi.

30333729333_6b20277ab8

Il Milano coglie a Feltre la sesta vittoria in trasferta e Riccardo Pignatti si regala il primo shut out in campionato. Per la terza volta la gabbia milanese rimane inviolata, ma nelle due precedenti occasioni il goalie era Alessandro Tura e precisamente nelle gare interne con Feltre ed Eppan. Leggi >>

Buon compleanno Mario Bedogni, hockeysta dei record!

buon-compleanno

Tanti auguri di buon compleanno a Mario Bedogni, all’anagrafe Romeo Bedogni. Nel 1923 gli impiegati comunali dell’ufficio di Musocco, non ancora entrato a far parte della città di Milano, impedirono ai suoi genitori di registrare anche il secondo nome, per l’appunto Mario, che alla fine divenne per quegli originali casi del destino il primo, quello con cui noi tutti lo abbiamo conosciuto.
Fin da subito amante dello sport praticato, si misurò nel pattinaggio a rotelle gareggiando per la società sportiva Stadium, distinguendosi nelle gare di mezzofondo e non disdegnando l’hockey su pista. Si avvicinò agli sport del ghiaccio nei primi anni Quaranta, quando a molti giovani “rotellisti” milanesi venne chiesto di provare a pattinare sul ghiaccio del Piranesi. Leggi >>

Il giorno più lungo

Nati per Vincere

Serata difficile per gli astronomi, quella di ieri. Solstizio d’Estate: tutti lì pronti a verificare se il consueto ritardo di qualche ora rispetto all’anno precedente seguisse le solite tabelle ormai definite, digerite e consolidate; visi assonnati, espressioni di chi sa che il contrario non è possibile se non in seguito a gravi e devastanti perturbazioni. Chissà che sobbalzo, chissà quanti caffè volati per aria e sparsi per terra quando i computers hanno segnalato un’anomalia: qualche minuto di sfasamento rispetto ai calcoli. Fenomeno inedito, quasi inspiegabile. Sbilanciamento di pesi sulla superficie del pianeta Terra, asse inclinato di qualche grado in più e – taac- sconvolgimento in atto. Identificazione luogo della concentrazione anomala di pesi: Italia, Milano, quartiere gallaratese, spazio espositivo CMB. Identificazione faticosa, a dire il vero; quanto peseranno 500 consanguinei riuniti ad una festa di famiglia? Quarantacinque tonnellate compresi i fusti di birra? Pesi trascurabili su scala planetaria, suvvia. Si ma i cuori?

Leggi >>

21/6: il richiamo della famiglia

popolo rossoblu

Qualche tempo fa – era appena cominciata la scorsa stagione – qui su MSN tirammo in ballo il famosissimo passo tratto dal “Piccolo Principe” in cui la volpe insegna al protagonista il concetto di “legàmi” e di unicità nei confronti di qualcuno.
Sono passati molti mesi, è trascorsa un’annata difficile in cui forse il destino ha intenzionalmente voluto che fosse messo in mostra – con chiarezza e contemporaneità – tutto ciò che il Milano non deve essere, in modo da poter correggere la rotta per tempo.
Inutile tornare su aspetti noti a tutti, inutile rileggere gli appelli all’orgoglio, all’onore, alla tradizione caduti quasi completamente nel vuoto pneumatico di pattinate eternamente stanche, di visi demotivati, di (alcuni) giocatori senza fame, senza alcun senso nel nostro Milano, nonchè di partite con dieci tiri in porta.
Di tutti questi appelli, in fondo, l’unico che anche riletto oggi mantiene vivo il suo significato originario e non stimola qualche imprecazione è proprio quello relativo ai legàmi e all’unicità.

Leggi >>

L’anima rossoblu

cdmangolino

Il mondo è bello perché è vario: c’è gente, altrove, che si esalta per un palazzo pieno nel momento decisivo dei playoff, dimenticando il vuoto perpetuo nel 90% della stagione ; c’è chi vuole dettare regole sui meccanismi dei prossimi campionati sulla base di un movimento di trecento persone; un gran parlare, insomma, che – come sempre – mostra immediatamente la corda davanti a quel reale fenomeno di popolo che è la gente rossoblu.
Tre-quattrocento persone ieri sugli spalti dell’Agorà; l’anima rossoblu si è compattata ancora una volta, calamitata irresistibilmente da un’altra di quelle fiammate accecanti che nascono dall’irresistibile natura intrinseca di questo popolo.

Leggi >>

Il Plus/Minus

Iori

Il Plus/minus (spesso scritto come +/-) è una statistica dell’hockey su ghiaccio che valuta il rendimento di un giocatore mediante il conteggio della differenza tra reti fatte e reti subite dalla sua squadra durante la permanenza del giocatore stesso sul ghiaccio.
• Se una squadra subisce gol mentre si trova in parità o in superiorità numerica (ovvero subisce un gol o uno shorthanded gol) tutti i suoi giocatori sul ghiaccio in quel momento ricevono un -1 di plus/minus.
• Se la squadra invece segna un gol mentre si trova in parità o in inferiorità numerica (ovvero realizza un gol o uno shortanded gol) tutti i suoi giocatori sul ghiaccio in quel momento ricevono un +1 di plus/minus.

Leggi >>