Posts Tagged ‘mercato’

Marcello Ranallo, un paisà per il Milano

rettangolare

Se Claudio Ranallo l’avesse avuta vinta, suo figlio Marcello oggi starebbe giocando a calcio in Italia e non starebbe lottando per farsi strada nel Junior “A” hockey qui in Canada.
Così la premessa ad un’intervista del 2007 ad un giovanissimo Marcello Ranallo, hockeysta classe ’87 nato a Burnaby, sobborgo di Vancouver che ha dato i natali all’immenso Joe Sakic e dove per non giocare a hockey devi proprio volerlo, devi proprio impegnarti per evitare i rink che brillano di luce riflessa ad ogni angolo.
Si deve essere trattato di una delle rare volte in cui Claudio Ranallo non l’ha avuta vinta: chef nato a L’Aquila e trasferitosi in Canada nel ’79 dove ancora oggi insegna ai canucks della British Columbia cos’è un ristorante italiano vero, il padre di Marcello avrebbe voluto che  suo figlio, promettente giocatore di ‘soccer’,  venisse in Italia a cercare una carriera di livello. Ma lui, Marcello, ha scelto l’hockey  e, come da manuale della famiglia con la F maiuscola, papà e mamma l’hanno sostenuto senza esitazioni.
Così ritroviamo Marcello, nel 2007, a farsi strada nello “Junior A hockey” in BCHL, British Columbia Hockey League: è il secondo di tre anni durante cui trova una buona vena realizzativa  accumulando un discreto numero di punti.

Leggi >>

Altri rinnovi in casa rossoblu

attaccanti

Continua senza soste il lavoro della dirigenza rossoblu nell’allestimento della squadra che lunedì prossimo inizierà il training-camp in vista del via ufficiale della stagione previsto per il 21 Settembre. Dopo M.Borghi e Caletti, sono stati rinnovati gli accordi con il capitano Tommaso Migliore, gli attaccanti Manuel Lo Presti e Tommaso Goi ed il jolly Niccolo’ Lo Russo.

Leggi >>

Caletti e M.Borghi ancora in rossoblu

calettiborghi

Prime importanti conferme nello scacchiere offensivo di ADOLF INSAM. Dopo il roboante arrivo di NICOLA FONTANIVE e gli innesti dei nordamericani ESTOCLET e SCHELL, la dirigenza rossoblu ha rinnovato gli accordi con EDOARDO CALETTI e MARCELLO BORGHI.

Leggi >>

Dinasty: Alex Gellert è rossoblu.

A.Gellert in azione

Tra tutte le trame che il destino poteva disegnare per battezzare “l’anno dell’orgoglio”, difficilmente se ne può immaginare una più affascinante di quella che porterà un ragazzotto fresco di studi proveniente dall’Alaska-Anchorage University a Milano.
Dove è nato 24 anni fa, il 15 Settembre 1989.
Da una delle leggende che quell’orgoglio di essere il Milano lo hanno letteralmente inventato.
Alex Gellert, Kim Gellert.
Lo aveva previsto il grande Kim, intervistato tempo fa da Giorgio Prando: “mi piacerebbe tornare come coach in Italia, magari con mio figlio Alex che è un buon giocatore nella BCHL. Lui è nato a Milano ed ha cominciato a giocare proprio in città con Tommaso, il figlio di Ico Migliore. Sarebbe bello tornare un giorno”.

Leggi >>

L’era di re Nicola

Nicolo Fontanive

“[...] said I, You do not know,
Silence like a cancer grows.”

 

Sempre attuali, Simon and Garfunkel.
Tuttavia, dopo l’annuncio, ieri, del ‘poker’ di nuovi stranieri, il farmaco salvavita che arriva a rompere definitivamente i colossali muri di silenzio ufficiale che hanno celato i movimenti di mercato del Milano nelle ultime settimane è uno per cui vale la pena aver aspettato tanto.
Più atteso del Royal Baby, più cercato del Royal Baby, più tormentato dai rumors del Royal Baby, più principesco del Royal Baby, e per giunta sappiamo sin dall’inizio come si chiama: Nick the First, Nicola I il Norvegese, in perpetuo omaggio alla stagione (2010/11) giocata dal nostro – primo italiano a sbarcare hockeisticamente in quel paese – nel Frisk Asker.
Signori, ecco il duca d’Agordo, il principe del Cordevole, il marchese del Civetta: Nicola Fontanive.

Leggi >>

Tre scommesse, una certezza.

Nuovi

Dopo aver vinto lo “scudetto del silenzio”,  ecco i primi tasselli del Milano 13-14. Un goalie, un difensore, due centri. A prima vista, Il migliore dei quattro è sicuramente Brad Schell, centro canadese, draftato, in Europa da alcune stagioni, a cui saranno affidate le chiavi del gioco della squadra. Gli altri ( Paul Dainton, Jamie Fritsch e  Adam Estoclet) sono delle  scommesse:  tre universitari che hanno poca fortuna nella giungla delle minors  d’oltreoceano, che approdano nel vecchio continente con la giusta fame di riscossa,la voglia di metterci la faccia e agguantare l’ultimo treno per una carriera da professionisti.

Leggi >>

Ciao Luca, grazie di tutto.

anso3

Era nell’aria da tempo, ma solo la settimana scorsa è arrivata l’ufficialità: Luca Ansoldi lascia Milano per tornare vicino a casa, dopo aver disputato due stagioni con la maglia rossoblu. La sua nuova squadra sarà il Renon, che sta allestendo una formazione molto competitiva che lotterà per le posizioni nobili della classifica. La redazione di MilanoSiamoNoi ringrazia Luca per le splendide stagioni passate in rossoblu e gli augura un futuro radioso.

Anche Raycroft saluta, giocherà in Svezia

Andrew Raycroft  (foto claudioscaccini.it)

Era nell’aria da tempo, ma l’ufficialità è arrivata solo all’inizio di questa settimana, Andrew Raycroft non vestirà la maglia rossoblu nella prossima stagione. Dopo l’abboccamento con lo Zugo (NLA), l’ex Dallas Stars ha firmato un contratto che lo legherà al Björklöven, che milita nella seconda serie svedese (Allsvenskan).