Posts Tagged ‘della bella’

Il roster prende forma: i portieri

portieri 2

Dopo l’importante arrivo di PAUL DAINTON, che sarà l’indiscusso leader della gabbia rossoblu, il confermato PAOLO DELLA BELLA  e il ritorno di FEDERICO TESINI completeranno la rosa di portieri del Milano 2013/2014.

PAOLO DELLA BELLA – Classe 1977, ha sempre fatto parte, fin dal 2008, dell’Hockey Milano Rossoblu. Nella sua lunga e importante carriera ha vestito le maglie dell’Ambrì Piotta, del Davos, del Metallurg Magnitogorsk e del Lugano prima di approdare in Italia a Varese, prima di trasferirsi a Milano nel 2005 per fare il back-up al goalie svedese del Milano, ai tempi targato Vipers, Magnus “mankan” Eriksson. Quest’anno Paolo, oltre ad essere uno dei portieri del roster, sarà l’allenatore dei portieri di tutto il settore giovanile e della prima squadra, oltre a coadiuvare coach Insam nel lavoro quotidiano.

Leggi >>

“Sporchiamo quelle maglie”: le nuove strade del settore giovanile rossoblu.

giovanili

Le maglie dei giovani rossoblu in erba, oltre che una loro ben nota sacralità intrinseca, hanno una caratteristica ormai consolidata: sono pulite. Solo colori e logo sociale. Niente sponsor.
Bello vedere la croce rossa e la”M” blu, inscindibilmente avvinghiate tra loro su quello sfondo bianco, risaltare senza ulteriori “distrazioni” cromatiche.
A volte, però, è necessario prendere in mano la barra del timone e virare con decisione finchè la corrente concede ancora di farlo, soprattutto in tempi come questi, in cui la navigazione si fa dura, durissima per tutti.
Si salverà chi saprà avvistare i gorghi da lontano e prendere la giusta direzione per tempo, senza esitare, senza gettare a mare tempo prezioso, perché di tempo non ce n’è più.
Questo lo spirito con cui il Milano sta intervenendo sulla gestione del suo settore giovanile, imprescindibile base portante del movimento hockeystico cittadino.
Paolo Della Bella e Andrea De Zordo sono le anime di questa virata, sono gli ufficiali di rotta, e l’impressione, parlando con loro di queste novità, è che sappiano bene dove dirigere la prua.

Leggi >>

Quattro chiacchiere con Paolo Della Bella

paolino

Quel ragazzino reattivo e scattante, quello là coi gambali rossi che sta parando tutto con l’entusiasmo di un giovanotto dopo aver sostituito per la seconda volta consecutiva un Raycroft non in serata, proprio ragazzino non è, in realtà.
E’ sempre lui, è Paolino Della Bella: ha solo tre partite nelle gambe in tutta la stagione, ha trentacinque primavere sulle spalle, ma quando la causa chiama, lui risponde sempre da par suo.
Non è solo accademia, perché sono due partite in cui limitare il passivo è vitale a livello mentale e anche di immagine: se ci riusciamo, è in gran parte merito suo. Anche quest’anno, alla fine, c’è qualcosa per cui dobbiamo essergli grati.

Leggi >>