Semifinale, gara 1; il Milano sorprende l’Eppan: gialloblu k.o. in casa (5-2).

2018.03.18 E-M ingaggio

Eppan e Milano a confronto per la sesta volta in questa stagione, in campionato i pirati hanno prevalso tre volte, una dopo i tiri di rigore all’Agorà nel corso del Master Round. Il Milano ha stravinto (6-1) lo scorso dicembre, quando veleggiava in testa alla classifica e si è imposto nella finale di Coppa Italia, sempre all’Agorà, con un secco 7-3. Andrea De Zordo, in attesa del ritorno di Massimo Da Rin dalla Corea, in questa gara 1 non può disporre di Fadani e Colombo, uscito malconcio dal match con il Caldaro. In compenso rientra Piccinelli, che viene schierato in attacco. Anche la squadra di casa deve rinunciare a un attaccante: Robert Raffeiner autore della rete del 2-2 nella partita milanese conclusasi dopo i rigori.
Milano in maglia rossa, come i primi interventi difensivi: fuori per due minuti prima Ilic e poi Fabrizio Senoner, ma i power-play dei pirati non sono da incorniciare. Quasi a metà tempo il gioco viene sospeso per qualche minuto per problemi alla balaustra, un trapano sistema l’inconveniente e si ricomincia. Un colpo di bastone di Daniel Fabris e un’infrazione per ritardo del gioco a Fauster consegnano ai rossoblu un ghiotto cinque contro tre; purtroppo inconcludente. Entrambe le squadre hanno tirato poco e male, per i due portieri normale amministrazione. L’Eppan ha pressato molto, cercando di far giocare i rossoblu il meno possibile e c’è riuscito.
In avvio di secondo tempo il Milano spreca il terzo power-play della serata e finalmente al 4’09″ un gioco di prestigio di Tommy Terzago sblocca il risultato in favore dei rossoblu. L’ala numero 44 è in gran serata e poco dopo centra un palo. Bagarre sedata dagli arbitri e panca puniti per Unterkofler e Xamin, segue un colpo di bastone di Re. Il Milano supera indenne il penalty killing, passa al contrattacco e Marcello Borghi mette il disco nel sette. Coach Mensonen sostituisce Peiti con Tomasi, probabilmente per infortunio visto che il goalie del sestetto iniziale gialloblu di colpe sui due gol non ne aveva. Rossoblu costretti in inferiorità per una trattenuta di Schina e un bastone alto di Piccinelli. Con un uomo in meno Perna insacca il terzo gol, a coronamento di un quarto d’ora giocato veramente bene. I pirati si gettano in avanti a testa bassa e Ceresa scarica in porta il disco dell’uno a tre, con Tura coperto da un gran traffico.
Ultima frazione al via con il Milano in power-play, niente da fare. La panca puniti libera il gialloblu Scelfo e accoglie il rossoblu Simone Asinelli (aggancio con bastone). Nei due minuti il più lucido è Terzago che assistito da Petrov piazza la quarta rete rossoblu. L’Eppan si riavvicina a dieci minuti dalla conclusione con Alex Jaitner (2-4), ma successivamente non si dimostra incisivo. Lo comprende coach Mensonen, che a tre minuti e mezzo dal termine toglie Tomasi per affidarsi nuovamente al vantaggio numerico. Pirati dalle lame e dalle idee arrugginite, Perna si prende il puck e lo spedisce in fondo alla porta vuota.
Milano avanti nella serie, mercoledì si deve assolutamente raddoppiare, ma senza scordare che l’Eppan è la squadra che ha violato Fort Agorà non più tardi di qualche partita fa.

EPPAN-MILANO 2-5 (0-0; 1-3; 1-2)
2°t. 4’09″ Terzago (Petrov-Xamin), 10’20″ M. Borghi (Perna-Vanetti), 16’31″ Perna (M. Borghi-F. Senoner) inf. num., 18’04″ Ceresa (Peruzzo-Waldner).
3°t. 3’49″ Terzago (Petrov-Radin) inf. num., 10’09″ Jaitner, 16’21″ Perna (M. Borghi-Vanetti) porta vuota.

EPPAN: Peiti (dal 10’21″ del 2° tempo Tomasi); F. Ebner, Ceresa; Eisenstecken, Spitaler; D. Fabris, Siller; M. Rabanser, Unterrainer; Waldner, Peruzzo, P. Jaitner; Scelfo, T. Ebner, P. Mair; Fauster, A. Jaitner, Unterkofler; Hannes Andergassen, Critelli. Coach: J. Mensonen.
MILANO: Tura (Pignatti); Re, Radin; Ilic, Schina; F. Senoner; Belloni; Perna, Vanetti, M. Borghi; Terzago, Petrov, Xamin; S. Asinelli, Piccinelli, Raimondi; Pirelli. Coach: Andrea De Zordo.

Arbitri: Patrick Theo Gruber, Andrea Moschen, Antonio Piras e Stefano Ricco.
Spettatori: 554

Altra semifinale:
Merano-Pergine 7-6 ai tiri di rigore (2-1; 1-3; 3-2; 0-0)

Gara 2, mercoledì 21 marzo ore 20.30
Milano-Eppan
Pergine-Merano

Foto di Raf e Giovanni del fans club DaP.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.