Scatto d’orgoglio rossoblu, il Milano supera il Merano capolista ai tiri di rigore: 5-4.

2018.02.24 M Mer 5-4

Partita che non ti aspetti. Rossoblu sul velluto per diciassette minuti e inaspettato tre a zero edificato dalla doppietta di Perna e dal gol di Terzago. Micidiale contropiede di Cainelli per accorciare le distanze e infondere fiducia a un Merano sorpreso e smarrrito, in special modo nei minuti giocati in superiorità numerica con Re e Radin in panca puniti.
Ventitre secondi del periodo centrale e rossoblu subito a patire: carica scorretta di Schina, uomo in meno e Lorenz Daccordo che porta a due le reti bianconere: sono trascorsi appena cinquantasette secondi.
Il Milano assorbe il colpo, si riprende, ma non materializza quattro minuti di power-play quando, prima Faggioni e in seguito Willeit, sono nel penalty box. Verso metà gara l’escluso dal gioco è Vanetti, ma il Merano spreca la superiorità e concede a Petrov un contropiede che Fink neutralizza. Per il goalie del Merano è l’ultima fatica della serata: gli subentra Andreano, ma è un normale avvicendamento. Il tre a tre nasce da uno sbandamento difensivo milanese, Lorenz Daccordo non si fa pregare e ringrazia. La frazione termina con incursioni fallite da Colombo, Terzago e di Beber per gli ospiti.
Ultimi venti minuti contrassegnati da due power-play per parte, meglio quelli del Milano e infatti il nuovo vantaggio rossoblu lo ottiene Radin nel corso di uno di questi. Andreas è stato il più preciso dei difensori, Schina aveva colpito un palo nel primo tempo e Re, poco prima del gol del compagno di linea, la traversa. Superati indenni due minuti di penalità inflitti a Ilic, sembrava fatta. Max Ansoldi chiedeva il time out e alla ripresa del gioco, con sei uomini di movimento sul ghiaccio, Luca Ansoldi donava a Pontus Moren il disco del quattro a quattro. Il supplementare non sortiva effetto alcuno, i rossoblu reclamavano per uno sgambetto subito da Schina, non considerato tale dagli arbitri. Il difensore torinese si rendeva pericoloso quasi subito dopo, per il Merano rispondeva Willeit e l’ultimo tentativo a rete era di Raimondi.
Questa volta i tiri di rigore ad hoc erano quelli di Colombo e Perna, mentre quelli meranesi affidati a Beber, Francesco Turrin, Mitterer e Cainelli venivano tutti respinti da Tura.
Il Milano ha chiuso il Master Round al terzo posto, quindi giocherà il primo turno dei play-off con il Caldaro sesto in classifica. Si comincia tra una settimana, giusto il tempo per recuperare un po’ di energia e riavere Piccinelli (uscito malconcio dal match con l’Eppan) al cento per cento. Non è stata certo una seconda fase di campionato esaltante, ma la vittoria di questa sera un ciccinin di fiducia l’ha portata.

MILANO-MERANO 5-4 ai rigori (3-1; 0-2; 1-1; 0-0)
1° t. 7’07″ Perna (Schina-F. Senoner), 14’34″ Perna (M. Borghi-Vanetti), 15’33″ Terzago (Re-Colombo), 17’04″ Cainelli (Kobler-Willeit).
2° t. 0’57″ Daccordo (L. Ansoldi) sup. num., 13’57″ Daccordo (Mitterer-I. Gruber).
3° t. 8’57″ Radin (Perna-Vanetti) sup. num., 19’24″ Pontus Moren (L. Ansoldi) Merano tolto il portiere.
Rigore decisivo di Colombo.

MILANO: Tura (Pignatti); F. Senoner, Schina; Re, Radin; Ilic, Fadani; Belloni; Terzago, Petrov, Colombo; Perna, Vanetti, M. Borghi; S. Asinelli, Raimondi, Xamin; Pirelli. Coach: M. Da Rin.
MERANO: R. Fink (dal 11’42″ del 2° t. Andreano); I. Gruber, Beber; Willeit, Kobler; R. Pircher, F. Turrin; M. Sullmann Pilser, Pontus Moren; Mitterer; Lo Presti, L. Ansoldi, Daccordo; Cainelli, Faggioni, S. Thaler; Lombardi, D. Turrin, J. Bernard. Coach: M. Ansoldi.

Arbitri: Luca Cassol, Oscar Piniè, Fabrizio De Toni e Mirco Da Pian.
Spettatori: 1.137

Altri risultati Master Round:
Eppan-Fiemme 4-1 (0-0; 0-1; 4-0)
Pergine-Caldaro 0-5 (0-2; 0-1; 0-2)

Classifica:
Merano 41; Eppan 38, Milano 36, Pergine 26, Fiemme e Caldaro 19.

Relegation Round:
Feltre-Como 7-5 (0-2; 3-1; 4-2)
Varese-Ora 2-6 (0-4; 1-1; 1-1)
Alleghe-Chiavenna 2-3 (1-1; 1-1; 0-1)

Classifica:
Ora 32, Alleghe 29, entrambe ai play-off.
Como 23, Varese 21, Chiavenna 18, Feltre 6, ai play-out.

Prossimo turno: play-off (best of five)
Quarti di finale – domenica 4 marzo.
Merano-Alleghe
Pergine-Fiemme
Milano-Caldaro
Eppan-Ora

Play-out.
Como-Feltre
Varese-Chiavenna

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.