Recupero sesta giornata; Milano sbanca Ora: 8-4. Sotto 2-3, uragano rossoblu nel terzo periodo: 6-1.

M. Borghi

C’è da recuperare la partita della sesta giornata del girone di andata, Milano in trasferta a Ora sul ghiaccio di quella che, per come stanno andando le cose, si può considerare la mina vagante del torneo. Nei due precedenti di serie B i rossoblu hanno sempre vinto (4-2 e 9-2). Di fronte i due portieri con la migliore percentuale tiri/parate del campionato (contando almeno otto presenze da titolare): Tura 93.6% e Giovanelli 92,2%. Rossoblu privi di Terzago (rotula in disordine), Asinelli, Alario, Pirelli e di Migliore che, visti gli impegni di lavoro, sarà difficile avere spesso nel gruppo.
La terza linea offensiva arruola Daniel Belloni, che in realtà è un difensore.
Si parte, i rossoblu premono e tirano invano, il match prosegue e l’Ora si busca due penalità di fila, prima Covi e poco dopo Stimpfl. Milano per diciannove secondi in cinque contro tre, ma il risultato si sblocca all’8’25″ quando Colombo infila il puck alle spalle di Giovanelli in cinque contro quattro. Nonostante un numero di tiri nettamente superiore a quello dei locali si va al primo riposo con a referto la sola rete di Federico Colombo.
Inizio secondo tempo palpitante: Milano per quasi un minuto e mezzo sul ghiaccio con due uomini in meno (Re e Schina in panca puniti) e Massar pareggia. La squadra di casa insiste e con le reti di Zelger e Walter allunga. Il Milano reagisce: 13’16″ Petrov accorcia le distanze. La seconda sirena accompagna le squadre negli spogliatoi e nonostante il numero dei tiri dica 28 a 13 pro-ospiti il tabellone è inflessibile: l’Ora ha segnato tre gol e il Milano solo due.
E’ stato nel terzo periodo che i conti milanesi sono tornati in attivo. Gli attaccanti rossoblu hanno centrato la mira, Giovanelli si è dovuto arrendere e il Milano ha dilagato con un super parziale: 6-1. Marcello Borghi, Petrov, Marcello Borghi due volte, Perna e Petrov nell’ordine i tiratori scelti, per lo Zar le due reti sono scaturite da power-play. Di Zelger il quarto gol dell’Ora, riavvicinatosi sul 4-5 al 13’13″. Marcello Borghi (tre gol e quattro assist) sul gradino più alto, Petrov (3+3) e Perna (1+5) ai suoi lati. Per concludere partita con alto numero di reti, gli unici scontenti probabilmente sono Giovanelli e Tura, mentre il Milano si porta a quota 36 punti in classifica, quattro di vantaggio sull’Eppan e sette sul Merano. Sabato prossimo all’Agorà sotto con il Caldaro: dopo le rane i lucci.

ORA-MILANO 4-8 (0-1; 3-1; 1-6)
1° t. 8’25″ Colombo (Perna-F. Senoner) sup. num.
2° t. 1’20″ Massar sup. num. 3’53″ Zelger, 7’50″ Walter, 13’16″ Petrov (M. Borghi).
3° t. 6’57″ M. Borghi (Re-Perna), 11’10″ Petrov (F. Senoner-M. Borghi) sup. num., 12’48″ M. Borghi (Petrov-Perna), 13’13″ Zelger (Walter), 14’55″ M. Borghi (Petrov-Perna), 16’07″ Perna (Petrov-M. Borghi), 19’06″ Petrov (M. Borghi-Perna) sup. num.

ORA: Giovanelli (Casaril); Prantl, Negri; S. Mair, Hanspeter; Stimpfl, Trentini; Zelger, Simonazzi, Massar; Tschöll, Ghizzo, Calovi; Girardi, Walter, Pedrini; Zerbetto, Covi, Gamper. Coach: Paolo Bonazzo.
MILANO: Tura (Pignatti); Re, Radin; Ilic, Schina; F. Senoner, Fadani; Perna, M. Borghi, Colombo; Piccinelli, Petrov, Xamin; Belloni, Vanetti, Raimondi. Coach: Massimo Da Rin.

Arbitri: Massimo De Col, Luca Marri, Luca Grisenti e Federico Giacomozzi.
Spettatori: 247.

 

class 13

 

Prossimo turno, 14a giornata.
Sabato 25 novembre:
Milano-Caldaro (ore 19.00)
Domenica 26 novembre:
Ora-Feltre
Merano-Alleghe
Fiemme-Varese
Chiavenna-Eppan
Pergine-Como

(Foto Carola)

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.