Milano_asiago_hockey_15_novembre_2012_elenadivincenzo-3p-300x200

Il saluto del coach…

Caro Milano ,ti scrivo per salutarti e ringraziarti di tutto. È arrivato anche questo momento come spesso accade. C’è un progetto nuovo. Un nuovo presidente. In bocca al lupo ! Ho fatto 9 stagioni con i colori rosso e blu […]

2018.03 M rossa

Semifinale, gara 5; finale al cardiopalma: Eppan-Milano 3-2.

Rispetto a gara 4 l’Eppan perde Robert Raffeiner infortunatosi e uscito definitavamente di scena domenica scorsa nel corso del secondo tempo, nelle file rossoblu rientra Federico Colombo, che aveva saltato le precedenti quattro partite della serie. Primo periodo sul filo […]

2018.03.25 M-E 1-4

Semifinale, gara 4: l’Eppan sbanca l’Agorà (4-1) e adesso per il Milano è quasi una missione impossibile.

Nella storia dei play-off l’Eppan a Milano non aveva mai vinto, per restare in vita i pirati dovevano vincere e al termine di un match che avrebbe comunque avuto bisogno di un migliore arbitraggio sono riusciti nell’impresa. Intendiamoci, i gialloblu […]

2018.03.23 E-M

Semifinale, gara 3; Solo Eppan: 7-2. Se vuole la finale il Milano deve vincere domenica.

Per quel che concerne la serie cadetta Eppan e Milano di fronte sulla strada del vino per la ventunesima volta. I precedenti dicono 13 vittorie a 7 per la squadra di casa. Nei play-off, sempre a San Michele, sette scontri, […]

20180321 M-E 3-2 Tura

Semifinale, gara 2. Milano che fatica con l’Eppan: vittoria per 3-2 solo nel supplementare.

Il Milano ha sconfitto l’Eppan anche nella seconda partita di semifinale e conduce la serie per due gare a zero, ma questa sera possiamo dire che è andata fin troppo bene. L’Eppan ha fatto di tutto per espugnare l’Agorà, fin […]

 

Radio MSN 53° puntata

radioMSN

Il “Leone” Manuel Lo Presti ci racconta le sue impressioni sulla prima di campionato …. con Thomas Laconi di sportnews.bz faremo il punto della situazione delle altoatesine impegnate in Elite.A, Ebel e INL….. Stasera, ore 22 …. www.radioblablanetwork.net

Milano-Asiago 3-5 (0-3; 1-0; 2-2)

wam

‘Chi non ha memoria alzi gli occhi e ripassi la nostra storia’
È l’invito – spettacolare e grande quanto un intero rettilineo dell’Agorà- con cui la Curva del Milano apre la stagione del ‘novantesimo’, riprendendo la sua tradizionale maestria nel pensare e creare coreografie esattamente dove l’aveva lasciata sei mesi fa, quando il Tazzoli di Torino fu trasformato in un’indimenticabile opera d’arte rossoblu. Novanta sono gli anni passati dalla fondazione del primo Hockey Club Milano. Alzando gli occhi, la storia la si legge sugli stendardi appesi al soffitto del palazzo- anch’essi posti dalla CdM – che ora registrano tutte le vittorie accumulate in questa lunghissima cavalcata. Con un po’ di commozione nel cuore, si può quindi aprire la  stagione 2013/14, che offre subito la sfida con i campioni d’Italia dell’Asiago.
La burocrazia ( stavolta quella della federazione francese, che non invia il transfer) impedisce a Ranallo di giocare, ma appena il Milano scende in pista con la nuova, fiammante maglia rossa, tutto ciò che è pensiero e ragionamento svanisce,  mentre cala implacabile quell’irrazionalità assoluta che significa solo una cosa: modalità Saima on, modalità estate (fuck) off.

Leggi >>

Inizia il campionato: all’Agorà arriva l’Asiago

Milano_asiago_hockey_15_novembre_2012_elenadivincenzo-4

Una delle estati più difficili e travagliate dell’hockey italiano volge, finalmente, al termine. Oggi, con il faceoff di Milano-Asiago e di Fassa-Cortina fissato per le 18.30, parte l’ottantesimo campionato italiano di hockey su ghiaccio. Compito non facile per i rossoblu di coach Insam che ospitano i Campioni in carica che hanno tutte le carte in regola per ben figurare sia in italia e in europa. Renato Tessari e John Parco hanno allestito un roster di assoluto livello riuscendo a confermare la linea più forte e completa della scorsa stagione: infatti il trio DiDomenico – Ulmer e Bentivoglio sarà ancora l’incubo dei difensori e dei portieri del nostro campionato. Unico arrivo in attacco è Kevin DeVirgilio, attaccante italo/americano che ha già solcato le piste ghiacciate italiane (Pontebba) nel 2011/12 risultando essere il top-scorer della stagione regolare con 68 punti. Perso Miglioranzi approdato a Bolzano, nel reparto arretrato spazio al ceco Adam Sedlak, proveniente dal Sønderjyske, team danese allenato dalla vecchia gloria asiaghese Mario Simioni. In mezzo ai pali, partito Tyler Plante, ci sarà il giovane Vincenzo Marozzi di rientro dalla positiva esperienza a Merano.

Nessuna defezione in casa in casa rossoblu. La quaterna arbitrale, novità di questo campionato per la stagione regolare, sarà composta dai capi-arbitri Leandro Soraperra e Fabio Lottaroli, coadiuvati dai linesmen  Pier Lorenzo Chiodo e Ulrich Pardatscher. Ingaggio alle 18.30. Diretta integrale su www.radioblablanetwork.net  dalle 18.25 e collegamenti in Tutto l’Hockey Minuto per Minuto dalle 19.30.

Foto a cura di Elena Di Vincenzo

Le parole del presidente …

Ico_Migliore_397476254

(da hockeymilano.it) Prendo atto del giustificato disappunto da parte del nostro pubblico presente alla serata di Mercoledì scorso e desidero scusarmi personalmente con i tifosi e gli appassionati milanesi accorsi al Bobino.

Mi scuso in particolare per la mancata presentazione dei singoli giocatori da parte mia e assicuro che tutto ciò non è dipeso affatto da disinteresse e non attenzione verso gli ospiti, ma da una mia errata valutazione di quel momento, che mi ha spinto ad enfatizzare l’importanza come ‘gruppi’ tanto della squadra quanto della ‘Curva del Milano’ che ci ospitava.

Facendo ciò ho trascurato però l’aspetto individuale dei giocatori che invece era comprensibilmente atteso e desiderato dai presenti.

Di ciò mi dispiaccio molto anche in virtù di un ottimo rapporto, sempre più consolidatosi negli ultimi anni, tra la società, i nostri appassionati e specialmente la ‘nostra Curva’!

Ci tengo quindi a ribadire con l’occasione il massimo rispetto, mio personale e di tutta la società, per tutti i Tifosi dell’Hockey Milano’ che da sempre ci supportano in modo determinante.

Ico Migliore

Marcello Ranallo, un paisà per il Milano

rettangolare

Se Claudio Ranallo l’avesse avuta vinta, suo figlio Marcello oggi starebbe giocando a calcio in Italia e non starebbe lottando per farsi strada nel Junior “A” hockey qui in Canada.
Così la premessa ad un’intervista del 2007 ad un giovanissimo Marcello Ranallo, hockeysta classe ’87 nato a Burnaby, sobborgo di Vancouver che ha dato i natali all’immenso Joe Sakic e dove per non giocare a hockey devi proprio volerlo, devi proprio impegnarti per evitare i rink che brillano di luce riflessa ad ogni angolo.
Si deve essere trattato di una delle rare volte in cui Claudio Ranallo non l’ha avuta vinta: chef nato a L’Aquila e trasferitosi in Canada nel ’79 dove ancora oggi insegna ai canucks della British Columbia cos’è un ristorante italiano vero, il padre di Marcello avrebbe voluto che  suo figlio, promettente giocatore di ‘soccer’,  venisse in Italia a cercare una carriera di livello. Ma lui, Marcello, ha scelto l’hockey  e, come da manuale della famiglia con la F maiuscola, papà e mamma l’hanno sostenuto senza esitazioni.
Così ritroviamo Marcello, nel 2007, a farsi strada nello “Junior A hockey” in BCHL, British Columbia Hockey League: è il secondo di tre anni durante cui trova una buona vena realizzativa  accumulando un discreto numero di punti.

Leggi >>

Stasera torna .. Radio MSN

radioMSN

Si riparte !!! …Nuova stagione hockeystica alle porte e Radio MilanoSiamoNoi torna ‘on air’ per raccontarvi tutto quel che succede nel mondo rossoblu e non solo. Gli ospiti di stasera: il Presidente del Milano Ico Migliore, l’inviato dell’Eco del Chisone, Daniele Arghittu e la prestigiosa firma dell’AltoAdige Michele Bolognini. Tutti i Lunedì dalle 22 alle 23 su www.radioblablanetwork.net

Stay tuned !!!

Milano-Valpe 1-2 (0-0; 0-1; 1-1)

Milano -Valpe 3

Il roster del Milano sul foglio partita è corto ma intenso come una pungente giornata invernale, il periodo dell’anno che ci piace di più. Manca anche un giocatore importante come Caletti.
Insomma, serve dare l’anima, da subito:  è il senso di questa stagione nascente.
Linee: davanti girano in prima Schell-Estoclet-Fontanive, in seconda Borghi-LoPresti-Migliore, mentre il terzo blocco è assemblato utilizzando giocoforza, oltre a Goi, un difensore come Latin ed un “jolly” a natura prevalentemente difensiva come LoRusso . Dietro si gira a 4: Lutz-Fritsch e Re-Gellert. Settore CdM già strapieno ed in gran spolvero, popolo Rossoblu che porta 1500 anime a palazzo per un’amichevole di preseason: ecco l’anima che non manca mai.

Leggi >>

Dalle parole ai fatti: domani torna il popolo rossoblu

popolo rossoblu

C’è qualcosa di speciale – ogni anno – nel momento in cui il Milano torna sul ghiaccio.
Ovvio: è la fine di mesi (quest’anno 6, un’eternità) di attesa, di lontananza dal profumo del ghiaccio e dalle maglie di quei due colori là, di vuoto più o meno intenso e completo dentro.
Cose che sappiamo bene, a cui siamo ormai abituati. Da qualche anno, a dire il vero, questo momento ha una ricchezza in più, che in un certo senso sottolinea in maniera ancora più netta la natura-Saima.
Ora che la tecnologia ha permesso il proliferare di villaggi ‘virtuali’ sui social networks, coi loro (notevoli) vantaggi e i loro (notevoli) rovesci della medaglia, la riapertura dei portoni del tempio conduce con sè il pregevole passaggio tra la lunga e dura fase “parole” e la sempre benvenuta fase “fatti”.

Leggi >>