2016.09.21 M Chia 12-3 - Copia

Milano sconfitto ai rigori a Caldaro e il primo posto si allontana.

Riconquistata la Coppa Italia il Milano si rituffa nel campionato e approda a Caldaro per continuare l’inseguimento alla prima posizione. Sono assenti Fadani e Pirelli, mentre i lucci devono fare a meno di due attaccanti: Stricker e Tomasini. I rossoblu […]

20180216 M-E Re coppa

La Coppa Italia rimane a Milano: Eppan sconfitto 7-3.

Milano subito a passo di carica e buona occasione fallita da Vanetti e Perna in due contro uno. Alla prima superiorità numerica è uno a zero; per tre volte Andreas Radin fionda dalla blu e nell’ultima conclusione il bastone di […]

2018.02.10 M-Pgn 7-0 a

Milano-Pergine 7-0 e giovedì finale di Coppa Italia a Milano.

Milano e Pergine al terzo scontro in dieci giorni, dopo la semifinale di Coppa Italia ci si rituffa nel campionato e per i rossoblu è tre su tre. Il 7-0 di questa sera si aggiunge al doppio 4-0 che ha […]

20170925 blu cc

Coppa Italia: Il Milano vince anche a Pergine ed è in finale.

Nella gara di ritorno di Coppa Italia il Milano vince a Pergine e conquista la finale, dove se la vadrà con l’Eppan uscito sconfitto di misura a Cavalese. Rispetto all’ultima partita di campionato i rossoblu hanno potuto schierare Raimondi e […]

2016.09.21 M Chia 12-3 - Copia

Prima di ritorno del Master Round: il Fiemme beffa il Milano nel supplementare.

Milano a Cavalese per la penultima trasferta della seconda fase con l’attacco spuntato, pesano le assenze di Raimondi e dell’infortunato Pirelli, per eventuali cambi sia davanti che dietro c’è Belloni. Il Fiemme è l’unica squadra del Master Round a non […]

 

Torna il campionato: Milano in trasferta a Cortina

mi-vip 2

Archiviata la preziosa vittoria di sabato scorso contro il Vipiteno, i rossoblu sono attesi dall’impegnativa trasferta a Cortina. Coach Insam dovrà rinunciare a Schell e valutare le condizioni di Re e Latin. In casa ampezzana, gran voglia di riscatto dopo le sconfitte della scorsa settimana contro il Renon in casa e sul ghiaccio di Brunico. Nessuna defezione tra gli uomini di Beddoes che si affiderà ai suoi uomini di punta Gron e Dingle per scardinare la retroguardia milanese, mentre deciderà all’ultimo su chi schierare a difesa della gabbia tra Borelli e Baur. Arbitreranno l’incontro Karl Pichler e Leandro Soraperra, coadiuvati dai linesmen Gamper e Waldthaler. Diretta tv su RaiSport 1 dalle 20.25.

Radio MSN 55° puntata

radioMSN

Stasera ore 2255° episodio (numero di maglia di Galcheniuk e Cowie) ….. Andreas Lutz ci racconta l’importante vittoria sui Broncos e con Marco Liberatore, coach del Pergine, faremo il punto della situazione sulla Serie A … www.radioblablanetwork.net …. Stay tuned !!!

Milano-Vipiteno 3-2 (0-1; 2-0; 1-1)

foto (6)

Arriva il Vipiteno, ed ecco piombare nell’atmosfera dell’Agorà lo stesso clima di Sabato scorso; come allora col Fassa, così oggi con la neopromossa altoatesina la nave là davanti non è una corazzata né una portaerei, quindi niente attenuanti né calcoli: bisogna affondarla
Vipiteno senza Hackhofer (infortunato) e senza l’ex Snopek, che rescinde il contratto per ragioni personali proprio alla vigilia del suo ritorno a casa, all’Agorà.
Ritorno effettivo, invece, quello di Francesco Borghi, richiamato da Varese (farm team del Milano) per allungare il roster.
Rientra Edo Caletti, mentre Schell è ancora convalescente, così come Gherardi.
Confermato il primo blocco di Brunico (Lo Presti-Estoclet-Fontanive), in seconda Caletti gira con Ranallo e Migliore, in terza M.Borghi, Goi e Lo Russo. F.Borghi è il decimo attaccante.
Dietro si gira a cinque.
Primo periodo che evoca i fantasmi già visti nella seconda metà della partita col Fassa: Milano disordinato e poco lineare in fase di impostazione, tanti errori individuali in uscita di zona che creano ripetute situazioni di rischio. In realtà, una volta nel terzo difensivo del Vipiteno, i primi due blocchi del Milano girano bene e creano lo scompiglio (2 pali), ma perché ciò accada, nel terzo del Vipiteno bisogna arrivarci, e sembra proprio non essere serata – un po’ come se in zona neutra ci fosse una palude che si riesce a superare solo in powerplay o quasi.

Leggi >>

La neopromossa a Milano

curva 2

Quinta giornata di campionato e all’Agorà il Milano ospita il neopromosso Vipiteno. Rossoblu reduci dalla sconfitta di Brunico, ma la squadra sta dimostrando una continua crescita caratteriale essendo riuscita a recuperare il triplo vantaggio dei padroni di casa nei tre minuti iniziali della partita. Altra nota positiva sono gli special teams: nelle quattro partite di campionato disputate il 54% delle reti (6 su11) sono state realizzate in situazione di powerplay o in penalty killing. Da verificare la condizioni di Caletti e Schell, mentre è quasi certa l’assenza di Gherardi, uscito per una botta alla spalla nel match contro i gialloneri. In casa Broncos, c’è voglia di riscatto dopo la brutta sconfitta (6-2) patita in Val di Fassa. Coach Travnicek non avrà a disposizione il forte difensore, già nell’orbita della nazionale, Fabian Hackhofer e, con ogni probabilità, anche dell’attaccante ceco Ludvik. Ex dell’incontro Gunnar Braito. Ingaggio iniziale alle 18.30, arbitri Colcuc e Ceschini, linesmen Terragni e Marchetti. Diretta integrale su www.radioblablanetwork.net dalle 18.25.

Valpusteria-Milano 5-3 (3-1;1-2;1-0)

valpu-milano

Come trovarsi alla base dell’Everest col temporale in cielo ed il maldipancia dentro, e dover cominciare la salita: questa la sensazione con cui ci si prepara alla durissima trasferta di Brunico, ovvero un letale miscuglio di difficoltà e  – superflua ma fastidiosa – sfortuna .
Ad allargare  il già innegabile gap tecnico che separa il Milano dalla capolista Valpusetria, infatti, l’assenza tra i rossoblu dei centri delle prime due linee – Schell e Caletti – usciti malconci dalla sfida col Fassa.
Prendere in mano i due blocchi è lavoro per – rispettivamente –  Estoclet (con Lo Presti e Fontanive)  e Ranallo (con Migliore e Goi), mentre in terza giostrano Borghi, Lo Russo e Gherardi. Dietro si gira a cinque come di consueto.
Inevitabilmente,l’idea   è quella di mantenere un’attitudine difensiva per poi affidare le proprie velleità offensive ad azioni di rimessa.
Bisogna provarci, nessuna partita è già persa in partenza malgrado tutto sembri accanirsi contro i rossoblu;  e poi, come diceva saggiamente il leggendario Igor  in ‘Frankenstein Jr.’, potrebbe andare peggio: potrebbe piovere.

Leggi >>

A Brunico per allungare la striscia positiva

curva

Dopo l’importante e sofferta vittoria interna contro il Fassa, il Milano va a Brunico con il difficile compito di fermare la capolista, reduce dalla vittoria esterna sul difficile ghiaccio di Collalbo e tutt’ora a punteggio pieno. Padroni di casa che si presenteranno al face-off iniziale per la prima volta al completo per il rientro dalla squalifica di Max Oberrauch e l’esordio del centro canadese, ex Fassa, Ryan O’Marra. In casa rossoblu da valutare le condizioni di Schell e Caletti, usciti malconci dal match di sabato scorso. Arbitri dell’incontro Andrea Benvegnù e Andrea Moschen, coadiuvati dai linesmen Mathias e Christian Cristeli. Radiocronaca diretta su www.radioblablanetwork.net dalle 20.25 .

Foto a cura di Mario Baracchi

Radio MSN 54° puntata

radioMSN

Radio MSN …. 54°puntata … Paolo Della Bella ci racconta le sue impressioni sull’inizio stagionale dei rossoblu, con Diego Frigeri, colonna della redazione di MSN, analisi a 360° delle prime 3 giornate di campionato, infine con Stefano Sala di TeleTicino, punto sul campionato svizzero con occhi puntati su Lugano e Ambrì. Stasera ore 22 … www.radioblablanetwork.net    Stay tuned !!!

Milano-Fassa 4-3 (3-1;1-0;0-2)

foto (5)

Appare la sagoma del Fassa nei cannocchiali delle vedette lombarde, e improvvisamente cambia l’orizzonte strategico per il veliero rossoblu. Dopo due battaglie in cui la ragionevole prospettiva consisteva nell’incassare il meno possibile in termini di danni  e nel salvaguardare con tutta l’anima il pennone con la bandiera, adesso è il momento di estrarre i cannoni su entrambe le fiancate, preparare la polvere da sparo e stringere i coltelli fra i denti: si va all’arrembaggio, ci sono tre punti da conquistare senza esitazione, è il momento di dimostrare che il nuovo Milano c’è anche quando guadagnarsi il solo onore delle armi non è più un’opzione.
Lineup confermato dopo la serata di Collalbo.
Palazzo bollente, rumoroso e cromatico come sempre. Anzi no: senza Bobo non è lo stesso.

Leggi >>