Milano in crescita

Milano in crescita nella gare contro Merano e Pergine.

Merano-Milano 3-4 so (1-0; 2-3; 0-0; 0-0; 0-1)

A Merano i rossoblu giocano una buona partita contro i campioni in carica: come col Caldaro, la gara finisce ai rigori ma anche in questo caso  i milanesi avrebbero oggettivamente meritato i tre punti pieni, se solo avessero avuto maggior cattiveria e precisione in fase di finalizzazione e avessero limitato le penalità inutili. Due falli in attacco costano infatti due gol al Milano subiti in inferiorità numerica: l’1-0 di Gruber che chiude il primo drittel e il 3-3 di Lo Presti che fissa il punteggio nel secondo.

In mezzo, una discreta superiorità rossoblù concretizzata dalle reti di Perna (pp), Petrov, dal primo pareggio di Lo Presti (incerto Tura, poi sostituito da Pignatti nel terzo drittel) e dal primo gol stagionale di Pozzi. Nella terza frazione dominio rossoblu con uno stanco Merano chiuso nel terzo, ma nulla di fatto. Buon carattere del Milano che supera un’inferiroità numerica nell’overtime, poi la vittoria ai rigori (zero reti per i padroni di casa, mentre per il Milano segnano Vanetti – che va a referto – Perna e Migliore).

Milano-Pergine 5-1 (1-0; 2-0; 2-1)

Più agevole la vittoria casalinga col Pergine: subito netta la superiorità del Milano che però ha sempre qualche difficoltà a concretizzare. Magro il bottino di un gol di vantaggio (Petrov) con cui si arriva attorno a metà partita; poi un improvviso uno-due (Vanetti e Borghi) indirizza con più decisione la gara. Il gol di Pozzi a inizio terza frazione sembra scrivere la parola fine. I rossoblu calano un po’ di tensione, Tura è sicuro ma il Pergine ha diverse occasioni e segna il 4-1 con Xamin, sfiorando poi anche la seconda rete. Il Milano si ricompone e chiude i conti con Petrov negli ultimi secondi.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.