Milano che fatica: vince a Pergine (2-1) ai rigori.

2016.09.21 M Chia 12-3 - Copia

Prima trasferta del Master Round, Milano in Valsugana. Pergine reduce da un’ottima prestazione in quel di Merano, dove ha ceduto solo al supplementare. Biancorossi e rossoblu largamente incompleti, se per Da Rin ci sono i soliti problemi numerici in difesa e il vuoto in attacco creato dalla terza e ultima giornata di squalifica inflitta a Terzago, anche per Fabio Armani le preoccupazioni non mancano: Munari, Alessandro Ambrosi, Piva e Sinosi aprono buchi difficili da colmare.
Il veemente inizio partita dei rossoblu, coronato dalla rete del vantaggio realizzata da Domenico Perna, non ha permesso al Milano di prendere il largo e archiviare la pratica Pergine come ci si sarebbe aspettato dopo tale avvio.
Le linci, dopo aver arginato assalti e tiri in serie, hanno preso le giuste misure e pareggiato al 7’45″ dello stesso periodo con Giuseppe Viliotti. Nelle altre due frazioni la musica non è cambiata e nonostante un numero di conclusioni che ha quasi doppiato quelle della squadra di casa i milanesi non sono riusciti a sfondare. Così anche nel supplementare, dove i rossoblu hanno giocato per un minuto e ventitre secondi in superiorità numerica, consentendo a Marco Tononi, questa sera preferito a Luca Stevan, di concludere il match con la notevole media tiri/parate del 94.59%. Si andava ai rigori e dopo i primi cinque tentativi i soli a fare centro erano Perna per il Milano e Valorz per il Pergine. Si ripartiva ed entrambe le squadre lo facevano con i due realizzatori della serie iniziale, ma questa volta a cogliere nel segno era solo il numero quattro dei rossoblu.
Per la prima volta in questa stagione il Milano è costretto all’over time e poi ai rigori, ma i due punti colti stasera sono preziosissimi e permettono alla capolista di portarsi in classifica a più quattro sull’Eppan sconfitto dal Merano per 3-0 (tripletta di Luca Ansoldi) sul ghiaccio di casa.
Domenica prossima 14 gennaio terza partita del Master Round con il Caldaro all’Agorà.

PERGINE-MILANO 1-2 rigori (1-1; 0-0; 0-0; 0-0)
1° t. 3’05″ Perna (Petrov), 7’45″ Viliotti (Andrea Ambrosi-Presti).
Rigore decisivo di Perna.

PERGINE: Tononi (Stevan); Andrea Ambrosi, Constantini; Marchesini, A. Strazzabosco; Alberto Meneghini, Chizzola; Brezzi; Cristellon, Colombini, M. Mondon Marin; Andrea Meneghini, Rodeghiero, Presti; Viliotti, Luca Rigoni, Valorz; Pertoldi. Coach: Fabio Armani.
MILANO: Tura (Pignatti); Ilic, Schina; Re, Piccinelli; Fadani; Perna, Petrov, M. Borghi; Raimondi, Vanetti, Colombo; S. Asinelli, Xamin, Pirelli. Coach: Massimo Da Rin.

Arbitri: Alex Lazzeri, Patrick Theo Gruber, Andrea Carrito e Claus Unterweger.
Spettatori: 368.

Risultati Master Round:
Eppan-Merano 0-3 (0-1; 0-1; 0-1)
Caldaro-Fiemme 4-1 (0-1; 3-0; 1-0)

Classifica:
Milano 25, Eppan 21, Merano 20, Caldaro e Pergine 14, Fiemme 13.

Risultati Relegation Round:
Alleghe-Varese 5-1 (0-0; 1-1; 4-0)
Ora-Feltre 6-0 (3-0; 1-0; 2-0)
Chiavenna-Como 4-6 (0-2; 3-2; 1-2)

Classifica:
Ora 17, Alleghe 12, Como 11, Varese 10, Chiavenna 6, Feltre 1.

Prossimo turno.
Master Round:
Milano-Caldaro domenica 14 gennaio, ore 19.00
Fiemme-Merano
Pergine-Eppan

Relegation Round:
Feltre-Chiavenna
Alleghe-Ora
Varese-Como

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.