Milano-Caldaro 6-2 (2-1; 2-1; 2-0)

Bella e meritata vittoria del Milano sul Caldaro – una delle squadre di vertice del campionato – con Perna grande protagonista.
Da Rin schiera tra i pali il giovane Pignatti al posto di un Tesini ultimamente in calo. Il Caldaro si presenta con un atteggiamento apparentemente un po’ supponente. Malgrado un inizio in cui i rossoblu prendono il controllo della partita, gli ospiti passano con Felderer in inferiorità numerica (penalità partita per Pancheri). Il Milano continua a macinare gioco e in chiusura di drittel ribalta l’inerzia della gara: pareggia Vanetti con una bella incursione da sinistra, poi un minuto più tardi Perna in inferiorità (penalità partita per Radin) intercetta il disco, parte da solo e segna il 2-1 con un secondo rimasto sul cronometro.
La seconda frazione è un banco di prova per il pk milanese, considerati i lunghi tratti giocati in inferiorità. Gli special team milanesi tengono bene e all’ottavo minuto i rossoblu piazzano l’allungo decisivo: Perna fulmina Andergassen da posizione angolata e trenta secondi più tardi Lanziner segna dalla blu il 4-1.
Il Caldaro cambia portiere (entra Morandell), Waldthaler riapre la partita solo un minuto più tardi in powerplay.
Terza frazione che si apre in equilibrio, ma attorno al decimo gli altoatesini alzano nettamente la pressione per cercare di recuperare la gara. Pignatti se la cava bene, a sei dal termine una penalità fischiata a Lanziner sa di momento-chiave. Non solo il pk milanese tiene bene, ma proprio negli ultimi secondi del powerplay avversario Perna gestisce magistralmente un disco recuperato, salta l’uomo e riesce in tuffo a toccare per Borghi che parte da solo e supera Morandell per lo shorthanded gol che chiude la gara. Un’altra bella incursione di Vanetti fissa il punteggio sul definitivo 6-2.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.