Il Milano doma anche l’Eppan: 6-1.

2017.12.28 M-E 6-1 ingaggio

All’Agorà arrivano i secondi in classifica. In riva al Naviglio Milano ed Eppan si incontrano in serie B per la ventesima volta e nei precedenti diciannove confronti il Milano conduce per 15 a 4. Per quel che concerne il campionato cadetto i pirati hanno espugnato via dei Ciclamini nel 2011 anno dell’ultima promozione in serie A (5-3), ma nel loro palmares c’é anche la vittoria a Milano nel massimo campionato del 2014/15, quando si imposero per 2-1 ai rigori nella seconda fase del torneo. L’avversario ha le carte in regola per impensierire la capolista: gli uomini di Robert Chizzali in casa hanno sempre vinto e sono gli unici ad avere battuto il Milano in campionato: 2-0 all’undicesima giornata. Da quella sera hanno inanellato una serie di undici vittorie consecutive, le tre sconfitte maturate in precedenza in trasferta sono arrivate a Merano (3-4), Cavalese e Caldaro, ma sia col Fiemme che con i lucci solo dopo i tiri di rigore a dimostare la combattività di una squadra che è sempre in partita e non molla mai.
Succede che i pirati sbaglino in pieno la partenza e il Milano ringrazia; Marcello Borghi, al secondo tentativo e Schina indirizzano subito il match in favore dei rossoblu: nemmeno cinque minuti di gioco e siamo sul due a zero. Purtroppo nel mezzo ci scappa un brutto incidente di gioco: Terzago finisce contro Pichler e il difensore gialloblu cade rovinosamente sul ghiaccio sbattendo in malo modo spalla e capo. Per il numero 6 la partita finisce qui e l’ambulanza lo trasporta all’ospedale San Carlo per accertamenti. L’Eppan si riprende, sfiora il gol con Tobias Ebner e Fauster, ma per il Milano gira tutto bene e al 15’32″ i pirati subiscono la terza rete a opera di Xamin, che con un preciso tiro di rovescio batte Peiti.
Il Milano ha una grande occasione per segnare ancora, ma Terzago appena rientrato in gioco dopo aver scontato un 2+10 in panca puniti manca il quattro a zero. Nel corso dell’ultimo minuto del periodo un’altra opportunità per l’Eppan con Waldner e sulla ripartenza ecco la quaterna rossoblu servita da Colombo.
Nel secondo tempo coach Chizzali sostituisce Peiti con Tomasi. Gli ospiti non traggono alcun profitto da due superiorità numeriche quasi consecutive, Vanetti e Ilic i puniti, verso metà partita Philipp Jaitner si vede negare il gol da una gran parata di Tura e comunque al 15’15″ accorciano le distanze grazie a Fauster in power play. I gialloblu insistono e il Milano pur soffrendo riprende un po’ il fiato con un contropiede del rientrante Simone Asinelli fermato dalla pinza di Tomasi. Prima dell’ultimo riposo altre due belle chance sprecate da Scelfo e Unterkofler, quindi tutti negli spogliatoi con i due attaccanti testè menzionati a recitare il “mea culpa”.
Gli ultimi venti minuti si aprono con un’accesa discussione tra Perna e Tobias Ebner e per non scontentare nessuno gli arbitri li spediscono nel penalty box. I pirati insistono e si ha l’impressione che abbiano regalato il primo periodo al Milano a meno che, una volta sistemata o quasi la faccenda, i rossoblu abbiano pensato a risparmiare energie, resta il fatto che l’Eppan spreca ancora diverse superiorità numeriche e all’11’13″ proprio durante una di queste Piccinelli inventa una funanbolica azione offensiva e serve a Perna il puck del 5-1. A premiare l’ottima gara del jolly con la maglia numero 71 giunge anche un meritatissimo gol personale che chiude la contesa e porta il Milano a quota sessanta in classifica. A questo punto l’ultimo banco di prova prima della seconda fase a sei squadre è fissato per sabato sera alla MeranArena e speriamo che i forfait dello “stirato” Fabrizio Senoner e del “meniscato” Andreas Radin si limitino al Master Round…

MILANO-EPPAN 6-1 (4-0; 0-1; 2-0)
1° t. 2’33″ M. Borghi (Petrov-Perna), 4’49″ Schina (Colombo-Petrov), 15’32″ Xamin (Piccinelli-Re), 19’28″ Colombo (Terzago-Schina).
2° t. 15’15″ Fauster (Unterkofler-T. Ebner) sup. num.
3° t. 11’13″ Perna (Piccinelli) inf. num., 17’51″ Piccinelli (Terzago-S. Asinelli).

MILANO: Tura (Pignatti); Ilic, Schina; Re, Piccinelli; Fadani; Perna, Petrov, M. Borghi; Xamin, Vanetti, Raimondi; S. Asinelli, Terzago, Colombo; Belloni. Coach: M. Da Rin.
EPPAN: Peiti (Tomasi dal 2° t.); F. Ebner, Ceresa; Eisenstecken, Siller; M. Rabanser, Spitaler; H. Pichler; J. Waldner, A. Jaitner, Unterkofler; Critelli, H. Andergassen, P. Jaitner; Fauster, T. Ebner, Scelfo. Coach: R. Chizzali.

Arbitri: Davide Deidda, Patrick Theo Gruber, Manuel Manfroi e Claus Unterweger.
Spettatori: 1411.

Altri risultati:
Caldaro-Chiavenna 8-0 (1-0; 4-0; 3-0)
Feltre-Como 1-6 (0-2; 0-1; 1-3)
Fiemme-Merano 0-6 (0-4; 0-1; 0-1)
Ora-Pergine 2-4 (1-0; 1-2; 0-2)
Varese-Alleghe 5-4 (2-2; 2-1; 1-1)

Classifica:
Milano 60; Eppan 52; Merano 44, Pergine e Fiemme 38, Caldaro 32,
Ora 31, Como 26, Varese 21, Alleghe 17, Chiavenna 15, Feltre 4.

Prossimo turno, 30 dicembre: ultima giornata della prima fase.
Merano-Milano (ore 19.30)
Pergine-Caldaro
Eppan-Varese
Fiemme-Como
Alleghe-Ora
Chiavenna-Feltre

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.