Gara 2 dei quarti di finale; Milano ko a Caldaro: serie in parità.

2016.09.21 M Chia 12-3 - Copia

Milano a Caldaro senza Andrea Fadani e Lorenzo Piccinelli, coach Andrea De Zordo gira i cinque difensori a disposizione. Partenza ad handycapp: fuori Schina per ritardo del gioco al primo minuto e fuori Fabrizio Senoner per sgambetto al terzo. I power-play del Caldaro non incidono. Idem come sopra nell’unica fase in superiorità numerica rossoblu, quando finisce in panca puniti Bastian Andergassen per ostruzione ai danni di Tura. Squadra di casa costantemente alla ricerca del gol del vantaggio e nonostante altri quattro minuti di superiorità numerica, panca puniti nuovamente per Schina (trattenuta) e Terzago (uso scorretto del gomito) si va al primo riposo a reti bianche.
Periodo centrale caratterizzato dalle penalità e a subirne di più è il Milano, puniti per gioco duro Colombo, Xamin (2+2) e il recidivo Volcan (2+2) per i lucci. Al 10’13″ Schina aggancia un avversario col bastone e per la terza volta si acccomoda nel penalty box. Poco dopo il suo rientro sul ghiaccio viene punito Radin per carica con bastone, ma il Caldaro non passa e spreca la quinta superiorità della serata. Il difensore maglia numero sei sblocca il risultato al 16’42″ con un tiro dalla linea blu. Quarantacinque secondi e alla botta di Radin risponde, sempre dalla blu, Waldthaler: uno a uno. Finale di tempo con il Milano nuovamente in inferiorità numerica, ma il risultato non muta.
All’inizio del terzo tempo grande chance per i rossoblu, che non sfondano in cinque contro tre. Il Caldaro è più tonico e passa a condurre all’11’27″ con Manuel Gamper. Niente da fare nemmeno in occasione della quinta sterile superiorità numerica rossoblu, peraltro peggio ha fatto la squadra di casa che ha chiuso con un ancora più scadente zero su otto. Gara 2 chiusa dalla terza rete dei lucci realizzata da Stricker. Prossima puntata: venerdì 9 marzo all’Agorà.

CALDARO-MILANO 3-1 (0-0; 1-1; 2-0)
2°t. 16’32″ Radin (Colombo-Raimondi), 17’27″ Waldthaler (B. Andergassen-Quinz).
3°t. 11’27″ Gamper (M. Pircher), 19’45″ Stricker (M. Felderer-T. Pichler).

CALDARO: Alex Andergassen; Waldthaler, M. Sölva; Bregenzer, Volcan; Reffo, Tröger; Massar, Micali; M. Felderer, T. Pichler, Stricker; M. Pircher, Gamper, Gius; B. Andergassen, Tomasini, Quinz; Ziliani, R. Felderer, Moling. Coach: Karl Anderlan.
MILANO: Tura (ultimi 15″ Pignatti); Ilic, Schina; Re, Radin; F. Senoner; Terzago, Petrov, Xamin; Perna, Vanetti, Marcello Borghi; Simone Asinelli, Raimondi, Colombo; Pirelli. Coach: Andrea De Zordo.

Arbitri: Davide Deidda, Patrick Theo Gruber, Andrea Carrito e Claus Unterweger.
Spettatori: 260

Altri risultati:
Alleghe-Merano 0-8 (0-2; 0-2; 0-4) serie: 0-2
Fiemme-Pergine 2-3 ai rigori (0-1; 0-1; 2-0; 0-0) serie: 0-2
Ora-Eppan 1-5 (1-1; 0-1; 0-3) serie: 0-2

Gara 3, venerdì 9 marzo:
Merano-Alleghe
Pergine-Fiemme
Eppan-Ora
Milano-Caldaro ore 20.30

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.