Varese – Milano 5-7

Paul Beraldo

Paul Beraldo

Poteva essere la data magica dello scudetto quel 26 febbraio 1991. Semplice no? Bolzano perde, noi vinciamo (o pareggiamo) e siamo campioni. Ma francamente nessuno credeva che quella sera gli altoatesini avrebbero lasciato punti al Fassa, quindi al Milano occorreva vincere per mantenere quel bottino di due punti di vantaggio in classifica che si sarebbe rivelato quanto mai prezioso solo quattro giorni dopo nella sfida diretta del Forum. E vincere a Varese era un impresa possibile ma non molto facile. Ai “cugini”, seppur ormai fuori dai giochi per il titolo non sarebbe parso vero di poterci fare un clamoroso sgambetto.  Ma quel 26 febbraio registra una delle prestazioni rossoblu da ricordare, non tanto per la vittoria non tanto per il risultato, ma per la prestazione fantastica del grande Paul Beraldo che nel breve volgere di 11’ e  4” buca Sua maestà Jim Corsi per ben 5 volte, proprio quel Jim Corsi che tante volte in passato aveva parato tutto, anche i respiri rossoblu, proprio quel Jim Corsi che con i suoi atteggiamenti istrionici aveva spesso indispettito i tifosi rossoblu tanto da entrare presto nella ristretta cerchia dei “nemici storici”. Dopo solo un minuto di gioco il magico Paul riceve il disco da Vecchiarelli ed infila magicamente da dietro la porta, al 4’ fa tutto da solo, tira, riprende la respinta di Corsi ed infila; quindi finalizza un assist di Stewart, poi un assist di Johnson. Varese reagisce e si porta sul 2-4, ma quando ancora Beraldo al 12’46” trafigge Corsi, si capisce che la partita non avrà più storia. Stavolta si compie una piccola vendetta sportiva. La curva rossoblu non crede a ciò che sta vedendo e il buon Danilo Freri grida la sua gioia alla radio, facendo le prove generali per il big-match del sabato successivo. Come si dice in questi casi, il resto è accademia. Corsi frastornato lascia la porta ed entra il futuro rossoblu Villa. Milano mantiene due punti di vantaggio e….per la cronaca vince per 5-7.

TABELLINO

Varese-Milano 5-7  (2-6,1-0,2-1)

Sequenza reti: 01’42” Beraldo; 03’15” Napier; 04’29” Beraldo; 05’14” Beraldo; 06’39” Beraldo;10’11” Nigro; 12’48” Beraldo; 16’02” Fiore; 21’50” Eaves; 50’34” Vecchiarelli;57’20” Micheletti; 59’53” Nigro