radio

Radio MSN 107° puntata

Stasera ore 22 …. Ospiti: Manuel DeToni, capitano dell’Alleghe, Thomas Laconi, giornalista del Corriere delle Alpi e Massimo Rigoni, responsabile della Comunicazione dell’Asiago Hockey 1935. Conducono: Prando, Frigeri e Bertoldi.  www.radioblabla.net … Stay Tuned!

pagelle

Le pagelle di fine stagione: il reparto offensivo

Gron 6,5: il floater per eccellenza. Forechecking poco, backchecking anche, concentrazione e impegno tattico a corrente alternata. Questo atteggiamento, unito a una condizione precaria – figlia anche del ritardo con cui si è unito alla squadra – e allo sfortunato […]

pagelle

Le pagelle di fine stagione: portieri e difensori

Caffi 7: come in ogni storia, bisogna partire dalla prefazione e non dalle conclusioni. L’introduzione del libro che narra quanto fatto dal portiere del Milano stagione 2014-15 riportava, fra le righe, le tante perplessità degli adepti alla causa rossoblu sulla […]

lutz1

Milano-Asiago 2-5 (0-1; 2-3; 0-1)

Gara quattro. Manca quella rabbia negli occhi. Di entrambe le squadre. È un segnale eloquente del fatto che per ragioni opposte entrambi i teams sentono odore di fine-serie. Ne nasce una partita equilibrata, col Milano che gradualmente si consolida nel […]

image

Gara 4: all’Agorà per riaprire la serie

Archiviata (sul ghiaccio) gara 3 con il successo dei giallorossi per 3-2 grazie al game winning gol di Enrico Miglioranzi nel terzo drittel, ma in attesa di omologazione da parte del giudice sportivo, che nella giornata odierna deve esprimersi sul […]

 

Le pagelle di fine stagione: il reparto offensivo

pagelle

Gron 6,5: il floater per eccellenza. Forechecking poco, backchecking anche, concentrazione e impegno tattico a corrente alternata. Questo atteggiamento, unito a una condizione precaria – figlia anche del ritardo con cui si è unito alla squadra – e allo sfortunato infortunio nella prima gara di campionato, ha destato grandi perplessità nella prima fase della stagione. Una linea non disegnata dal sarto su misura per lui (Petrov e Migliore i compagni) ha bagnato ulteriormente le polveri di quello che doveva essere lo sniper della stagione. Migliorata la condizione, ritrovati in linea prima Vallorani e poi Caletti, ha iniziato a segnare a ripetizione. Goals che non ha smarrito nemmeno tornando nel secondo blocco, cui garantiva un’efficacia realizzativa che, a partire dal suo infortunio a Collalbo prima della final four di coppa italia, è stata la grande assente (rimpianta) del finale di stagione del Milano.

Leggi >>

Radio MSN 107° puntata

radio

Stasera ore 22 …. Ospiti: Manuel DeToni, capitano dell’Alleghe, Thomas Laconi, giornalista del Corriere delle Alpi e Massimo Rigoni, responsabile della Comunicazione dell’Asiago Hockey 1935. Conducono: Prando, Frigeri e Bertoldi.  www.radioblabla.net … Stay Tuned!

Radio MSN 106° puntata

radio

Stasera ore 22,  conducono: Prando, Frigeri e Bertoldi.  www.radioblabla.net …. Stay Tuned!

Le pagelle di fine stagione: portieri e difensori

pagelle

Caffi 7: come in ogni storia, bisogna partire dalla prefazione e non dalle conclusioni. L’introduzione del libro che narra quanto fatto dal portiere del Milano stagione 2014-15 riportava, fra le righe, le tante perplessità degli adepti alla causa rossoblu sulla tenuta e sulla qualità del nostro eroe. Perplessità che, di mese in mese, Alex ha dissipato: giova infatti ricordare come spesso il Milano, con il roster ridotto all’osso, si è raccolto a difesa della gabbia facendo leva sulle capacità del padrone del fortino. E’ di certo mancata la ciliegina sulla torta, torta chiamata coppa Italia, dove le prestazioni non sono state all’altezza di quelle fornite in regular season. I playoff offrono invece una duplice chiave di lettura: perfetto nella prima fase, ovvero nelle prime tre partite contro il Valpellice. Più sfortunato che colpevole nelle prime due partite di semifinale contro l’Asiago, ha commesso invece errori gravi in gara 3 e in gara 4. In generale molto bene con la pinza, ha fatto fatica nella reattività a riprendere la posizione una volta concesso il primo tiro e sui wrap around.
Leggi >>

Milano-Asiago 2-5 (0-1; 2-3; 0-1)

lutz1

Gara quattro. Manca quella rabbia negli occhi. Di entrambe le squadre. È un segnale eloquente del fatto che per ragioni opposte entrambi i teams sentono odore di fine-serie. Ne nasce una partita equilibrata, col Milano che gradualmente si consolida nel terzo difensivo avversario e l’Asiago pericolosissimo in transizione. Occasioni su ambo i lati, ma senza arrembaggi, senza cattiveria. Tensione così così. Leggi >>

Gara 4: all’Agorà per riaprire la serie

image

Archiviata (sul ghiaccio) gara 3 con il successo dei giallorossi per 3-2 grazie al game winning gol di Enrico Miglioranzi nel terzo drittel, ma in attesa di omologazione da parte del giudice sportivo, che nella giornata odierna deve esprimersi sul ricorso del Milano per presunto errore tecnico, questa sera si torna in pista all’Agorà per gara 4. Ultima chance per la Curcio-Band di allungare una serie nella quale la maggior fisicità ed esperienza dei veneti ha avuto la meglio su un Milano volitivo, ma spesso ingenuo e che ha pagato a caro prezzo gli errori commessi. In casa rossoblu, Pat Curcio ha tutta la rosa a disposizione, ad eccezione di Gron e Latin, nei giallorossi assente Magnabosco infortunato e coach Parco attende la decisione del giudice sportivo per poter schierare o meno Kevin DeVergilio. Faceoff alle 20:30; arbitri dell’incontro Fabio Lottaroli e Luca Cassol, coadiuvati da Stefano Terragni e da Luca Zatta. Radiocronaca diretta su www.radioblabla.net a partire dalle 20:25.

 

Radio MilanoSiamoNoi 105° Episodio

radio

Stasera ore 22 … ospiti: Marcello Borghi, attaccante dell’Hockey Milano Rossoblu, Carlo Sansilvestri, giornalista di HockeyMag e MilanoSiamoNoi.com e Max Ansoldi, allenatore del Merano … conducono Prando e Bertoldi …. www.radioblabla.net …. Stay Tuned!!!!

Asiago-Milano 3-2 (0-1; 2-1; 1-0)

image

Un esodo biblico: si aprono le acque della Valdastico per il transito del maestoso popolo rossoblu, che sfocia e dilaga nell’Odegar, lo invade, lo sottomette, lo ammutolisce, lo domina. Ma in questo caso il mare – contrariamente a quello biblico – non si chiude sugli uomini del faraone dopo il transito del popolo;  il nostro, di Faraone, non lo si può fermare nè in quello nè in alcun altro modo: quando la presenza del divino comincia ad aleggiare in zona palazzo, si sente profumo di mito. Leggi >>